Le 5 regole per avere successo con i Talenti

Le 5 regole per avere successo con i Talenti

(Fonte Harvard Business Rewies CEOs NEED TO PAY ATTENTION TO EMPLOYER BRANDING)

Cresce la globalizzazione e avanza il futuro. Nuove sfide e nuove competenze. Le risorse umane giocano un ruolo centrale nella Rivoluzione Digitale. HR Manager e HR Director non sono più soli ad affrontare la “guerra” dei Millennials.
Marketing and Communication Manager e anche il CEO giocano un ruolo fondamentale per definire e attuare l’Employer Branding Strategy. Uniti per “affrontare” un avversario non facile: la Generazione Y, da cui dipenderà lo sviluppo delle organizzazioni.
Come progettare, da dove partire per affrontare questa nuova sfida?

Prima regola: la strategia 
Gli studi condotti da Universum nella ricerca “2020 Outlook, the Future of Employer Branding” dimostrano che il 60% degli Amministratori Delegati intervistati capisce ed è consapevole che l’Employer Branding è una sua responsabilità e il 40% dei Marketing Leaders conferma la posizione.
Employer Branding guadagna il “board” e diventa parte integrante della strategia.

Seconda regola: la squadra 
Il CEO non è solo, in questa progettazione sono chiamati in campo gli specialisti HR, ma anche il Marketing e la Comunicazione. Sempre nella ricerca condotta da Universum, gli obiettivi che spingono la pianificazione strategica dell’Employer Branding sono così suddivisi:

  • 40% per assicurarsi future assunzioni nel medio –lungo termine;
  • 31% per costruire la “global reputation”

Ecco la necessità di unire le competenze per affrontare il mondo dei Millennials.

Terza regola: il campo 
Lo scenario rispetto agli anni 90 ad oggi è cambiato moltissimo: i social media hanno avvicinato il consumatore alle aziende e le ha rese trasparenti. Per questo è importante che ci sia coerenza interna ed esterna all’azienda per non fa scappare i Talenti conquistati.
I Millennials sono i nativi digitali hanno un modo tutto nuovo di reagire e di muoversi all’interno del mercato del lavoro.

Quarta regola: lo schema di gioco 
Quante iniziative sui talenti hai fatto? Eppure lo schema di gioco è cambiato!
Ad esempio in UniversityBox con il progetto Ambassador per Microsoft abbiamo creato un contest che avvicinasse gli studenti migliori alle nuove tecnologie; con Goldenpoint abbiamo riportato il brand tra le file dei giovani (GUARDA IL VIDEO). Da sempre le nostre competenze di Gestione Risorse Umane, Marketing, Comunicazione e Storytelling realizziamo progetti unici e cuciti su misura. Questi tipi di iniziative sono in linea con quello che sta succedendo oltre oceano. Infatti, alcuni studi, dimostrano che c’è il “linking happy employees to happy customers” e non sorprenderà che le strategie sul brand per i consumatori saranno a breve allineate a quelle dell’Employer Branding.

 Quinta regola: il risultato 
“Basta” trasformare l’Employer Branding in un’esperienza! Qual è il miglior posto dove sperimentare azioni mirate su studenti che ancora stanno studiando? Scopri il mondo di UniversityBox.
Enjoyable e funny sono gli ingredienti da non dimenticare per un’esperienza che colpisca i talenti nella sfera valoriale e ne lasci il ricordo ed è così che conquisterete il vostro “like” dai Millenials.

Conclusioni

Riprogetta la tua Employer Branding Strategy seguendo queste 5 regole:

  1. Definisci una strategia di medio lungo termine
  2. Coinvolgi nel team la Direzione, le Risorse Umane, il Marketing e la Comunicazione
  3. Scendi in campo, ma scegli il campo dei Millenials
  4. Realizza il tuo progetto
  5. Regala l’esperienza del tuo brand come Datore di Lavoro

Per saperne di più contatta talent@universitybox.com

Comments are closed.