FACEBOOK ora mostra in chiaro tutti gli annunci pubblicitari delle pagine

La notizia è fresca di qualche ora: Facebook consente di visualizzare tutti gli annunci pubblicitari in attivo su una Pagina, anche se non specificamente mirati a un utente.

La novità: facebook ads trasparenti

Ieri, 28 giugno, Facebook ha fatto il roll out della nuova sezione “Informazioni e inserzioni”. Pensata per portare maggiore trasparenza sugli annunci pubblicitari pubblicati dalle Pagine -conseguentemente allo scandalo di Cambridge Analityca aumentando così il controllo e la responsabilità per eventuali abusi, la nuova sezione porta anche molte preoccupazioni tra gli addetti ai lavori.
“Stiamo fornendo molta più trasparenza di qualsiasi altra piattaforma pubblicitaria”, ha dichiarato Sheryl Sandberg di Facebook in occasione di un incontro con la stampa che ha avuto luogo nelle scorse ore.

Facebook Ads trasparenti: ecco le principali funzioni.

Ecco nello specifico le funzionalità introdotte dal buon Zuckerberg per rendere trasparenti gli Ads:
  • Visualizza annunci attivi: ora è possibile visualizzare gli annunci che una Pagina pubblica su Facebook, Instagram, Messenger e attraverso la rete di partner Facebook, anche se tali inserzioni non vengono mostrate a ogni specifico utente. Basta accedere al social network in blu, visitare qualsiasi Pagina e selezionare “Informazioni e annunci” posto in basso a sinistra nella pagina, da navigazione da desktop. In tal modo si avrà la possibilità di visualizzare la creatività e il copy dell’adv, segnalando eventualmente qualsiasi cosa sia sospetta con un clic su “Segnala annuncio”;
  • Altre informazioni sulla Pagina: è possibile saperne di più sulle Pagine, anche nel caso in cui non pubblichino advertising. Ad esempio, un utente può vedere quali modifiche recenti sono state attuate dagli amministratori -come ad esempio un cambio di naming- e la data in cui una Pagina è stata creata. Maggiori informazioni saranno comunque disponibili nelle prossime settimane.

Facebook Ads trasparenti: le nostre considerazioni

Il buon Zuck’ oltre all’innovazione, diciamolo, ci porta un po’ di scompiglio: quanti colleghi performance marketers avete già sedato a colpi di Tavor?

Secondo noi, non è il caso di allarmarsi -per lo meno del tutto. Ok, ci sentiamo violati nel mostrare creatività e adset a tutto il mondo digital senza il nostro permesso, però…il risvolto positivo della medaglia -oggi è venerdì e in un certo qual senso ci sentiamo positivi- è che possiamo prendere spunto a nostra volta da ads altrui innescando una fattispecie di circolo virtuoso basato sul “possiamo fare meglio di così”.
Che poi, si sa: la parte importante non è solo l’adv in sè…ma quello che sta sotto alla punta dell’iceberg, ovvero strategia e funnelizzazione.

Leave A Comment